ECCO LA VERITÀ SULLA QUALITÀ DEI PRODOTTI PER BAMBINI

È capitato anche a te almeno una volta di comprare prodotti per bambini per la cura quotidiana della tua pelle pensando fossero i migliori?

Anzichè usare il latte detergente usi il prodotto per il bagnato dei bebè?

 

Dopo la doccia ti spalmi l’olio per tenere morbida la pelle dei neonati?

 

Mi spiace darti una triste notizia, sempre più spesso i prodotti per i bambini non solo non sono i più adatti alla tua pelle ma non sono neanche i più sicuri in commercio. Un marchio che produce principalmente cosmetici per bambini non è sempre sinonimo di qualità ed affidabilità! 

 

A riguardo ne ha parlato anche il Tg proprio l’altra sera, se te lo sei perso puoi trovare il link in fondo all’articolo dove ne parlano.

Jhonson’s, noto marchio di prodotti per bambini, è indagata perché il borotalco è risultato essere cancerogeno…. 

Questo ci dovrebbe far riflettere. Capita che le aziende, non solo la Jhonson’, puntino molto sul marketing, che spingano sul posizionamento del loro brand nella mente delle persone per avere il massimo dei ricavi ma, a volte mentre il loro marchio acquisisce importanza e forza nel mercato è la loro etica a farne le spese ed insieme ad essa la tutela dei consumatori.

 

Proprio per l’etica che mi contraddistingue ti devo dire:

 

NO A PRODOTTI GENERICI

 

I bambini hanno esigenze cosmetiche diverse rispetto alla pelle di noi adulti. La loro maturerà nel tempo cambiando sostanzialmente il sebo, il contenuto di acqua, il sudore, la microflora cutanea e il ph. Non devi identificare la tua pelle con quella di un bambino, come immagino, ti venga spontaneo non usare lo shampoo per i cani perché non identifichi i tuoi capelli con i peli del tuo amico a quattro zampe

Un prodotto adatto ad un bambino, seppur buono, non può essere adatto alle caratteristiche della pelle di un adulto.

 

NO A OLI MINERALI

 

Impara a leggere l’INCI.

La prima regola per leggerlo correttamente è relativa all‘ordine stesso in cui gli ingredienti sono presentati in etichetta. Esso infatti non è per nulla casuale e prevede che gli ingredienti siano indicati uno dopo l’altro a partire dalla sostanza presente in quantità maggiore nel prodotto. Seguono tutti gli altri ingredienti, che vengono presentati in ordine decrescente. 

Quindi se tra i primi posti trovi scritto: paraffinum liquidum, PEG, parole con suffisso “paraben” lascia perdere, sono prodotti che occludono la pelle non lasciandola traspirare.

 

SI A PRODOTTI ADATTI ALLA TUA PELLE

 

Fatti consigliare da persone competenti, che oltre ad indossare un camice o una divisa hanno un’ottima conoscenza morfologica della cute e che controllano la tua tipologia di pelle con il viso struccato e con la lente. Non si può pensare di riconoscere una pelle, ancor di più se truccata, da dietro un bancone.

 

SI A PRODOTTI CON OLI NATURALI

 

Da anni, in virtù del loro basso costo e dell’elevata stabilità, gli emolienti più utilizzati sono gli oli minerali che, hai ben capito, non sono il massimo per la nostra pelle. Ti consiglio invece di utilizzare prodotti con oli vegetali, di derivazione naturale o idrocarburi di sintesi perché hanno il vantaggio della scarsa occlusione e della non penetrazione. Inoltre, possono formare film protettivi e potenziare la barriera cutanea, agendo quindi da integratori d’acqua nella pelle. L’effetto lubrificante è una delle loro caratteristiche insieme alla capacità di riduzione dell’irritazione lasciando intatta la normale traspirazione della pelle.

 

Ora sono sicura di averti dato un po’ di consapevolezza in più!

 

A presto 

Marcella Gervasi

 

Rispondi

×
Ciao,
siamo qui per rispondere alle tue domande.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: