Eritema solare: come prevenirlo e come curarlo.

Non tutti reagiamo bene ai raggi solari.
Vi capita spesso di passare delle belle giornate all’aria aperta e tornare a casa con delle strane macchie rosse sulla pelle?
Se queste macchie rosse provocano prurito, fastidio, o anche dolore, non c’è dubbio: avete un eritema.
Non è una gran bella notizia e la sensazione di assomigliare a un’aragosta per il resto della vostra vacanza non è una prospettiva allettante. Un eritema solare può venire davvero in qualsiasi posto, ma le zone preferite sono collo, viso e spalle. Se avete una pelle molto chiara, siete sicuramente i soggetti più predisposti all’eritema solare.

Vi spiegherò cos’è un eritema, come poterlo curare e anche prevenire.

Che cos’è un eritema

L’eritema si presenta di solito sotto forma di macchia (più o meno estesa) di colore rosso o rosa, che compare di solito dopo qualche ora dall’esposizione al sole. È molto comune per i bambini, ma può colpire anche noi adulti quando ci esponiamo per un tempo prolungato al sole senza le dovute protezioni. L’eritema può presentarsi con arrossamento della pelle, bolle, vescicole, la pelle è molto sensibile al tatto, possiamo sentire prurito, e l’esfoliazione dovuta alla secchezza cutanea. Se riconoscete almeno uno di questi sintomi, vuol dire che siete stati vittime (o siete) di un eritema solare. Non fermatevi perciò a classificarlo come una semplice scottatura, ma cercate di curarlo in modo da farlo sparire nel più breve tempo possibile.

Quando preoccuparsi

Fortunatamente l’eritema è molto facile da identificare data la sua conformazione, di solito non ha bisogno di particolari cure mediche. Se dovesse persistere per più di 4 giorni, o se dovesse ricomparire in modo più aggressivo, allora sì sarebbe meglio consultare il medico.

Ricordate comunque che un eritema non va ignorato in quanto può trasformarsi con il tempo in una macchia cutanea, tumore della pelle e invecchiamento precoce della pelle troppo esposta al sole; in questi casi la pelle presenta rughe e secchezza generale.

Metodi naturali per curarlo e prevenirlo

Per prima cosa dovete idratarvi: bevete molti liquidi, fate una doccia fredda, applicate lozioni, latti o creme specifiche; non usate creme troppo profumate, potrebbero farvi sentire una forte sensazione di bruciore! Per ottenere un risultato eccellente, potete conservare la crema idratante in frigo, in modo che questa sarà fresca quando la utilizzerete.

L’alimentazione è la chiave per curare e prevenire un eritema. Mangiate alimenti ricchi di betacarotene e vitamina E, i quali aiutano la pelle a rigenerarsi e stimolano la produzione di melanina. Prediligete quindi nella vostra dieta carote, albicocche, melone, pomodori, asparagi, spinaci, ceci, frutti di bosco, avocado.

Cosa fare se lo avete già

Oltre ai vari rimedi, osservate queste piccole regole per aiutare la vostra pelle a rigenerarsi in breve tempo. Cosa più importante, non vi esponete al sole, almeno nei giorni successivi alla comparsa dell’eritema; non grattatevi, perché potrebbe provocare un’infiammazione o addirittura un’infezione; non rompete le bolle che eventualmente si formano; cercate di non strofinare mai la parte infiammata con asciugamani ruvidi, piuttosto tamponate con tessuti molto morbidi, quando vi fate la doccia per esempio; non fate assolutamente peeling o scrub; evitate le lampade abbronzanti nei giorni successivi alla comparsa dell’eritema.

Se vuoi continuare a ricevere consigli e trucchi sulla cura della pelle puoi scrivere a info@topskin.it Tutto in maniera assolutamente GRATUITA!

 

Marcella Gervasi

 

top-line-centro-estetico-rende-cosenza-eritema-solare

 

 

Rispondi

Ciao,
siamo qui per rispondere alle tue domande.
Powered by
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: